Configurare una rete in Windows 7

Windows 7 – Collegare un hard disk di rete

1 aprile, 2012 (23:18) | Autore: neutrino | Argomento: Guide Windows, Informatica

Tweet

Qualche giorno fa mi sono imbattuto in un problema legato alla connessione di un hard disk di rete (NAS) con Windows 7, ero convinto che fosse estremamente facile, in fondo col PC fisso che ha Windows XP ho impiegato pochi secondi, e invece ho passato diversi minuti a lottare con il sistema operativo.

Partendo dal fatto che il NAS l’ho configurato passando dal browser internet (Google Chrome per intenderci) accedendo all’indirizzo IP assegnato al dispositivo, il problema era che ogni volta che tentavo di collegare l’unità e inserivo la password e l’utente creato sul server NAS, Windows 7 mi ripresentava continuamente la finestra di log-in ma i dati che inserivo erano corretti, infatti con XP non avevo alcun problema di accesso.

A questo punto ho deciso di effettuare delle ricerche in internet per capire dove potesse essere il problema ma inizialmente ho trovato risposte poco convincenti e in alcuni casi completamente fuorvianti per non dire che chi scriveva era uno zero totale in informatica. Purtroppo si incontrano sempre più forum con gente che crede di poter snocciolare perle di saggezza informatiche pensando di avere sempre a che fare con gente più ignorante di se stessi. Alla fine ho trovato delle indicazioni, un po’ qua e un po’ la, circa il problema e la possibile soluzione.

Prima di tutto occorre premettere che, non so di preciso per quale motivo, Windows 7 non vede di buon occhio gli hard disk NAS che hanno a bordo il server SAMBA (SMB) di Linux per la gestione della rete e tentando di connettersi all’unità di rete vi restituirà sempre la finestra di log-in con scritto che la password di rete è errata.

Premesso questo il modo per poter ovviare a questo problema è disattivare delle opzioni legate alla sicurezza relative al tipo di connessione effettuata con il NAS. Le operazioni che vi mostrerò valgono per tutte le versioni di Windows 7 tranne la Starter Edition e la HOME che non ha installato il gestore che andremo ad utilizzare. Per le versioni STARTER e HOME l’unico modo per poter  accedere al NAS è creare nel server SAMBA un utente guest senza password, in questo modo si riesce ad accedere al NAS ma in modo non protetto. Iniziamo col selezionare il Pannello di controllo dal menù Start, Sistema e Sicurezza, Strumenti di Amministrazione. Comparirà la schermata seguente:

A questo punto un doppio click sulla voce Criteri di sicurezza locali e si aprirà la seguente finestra:

Doppio click sulla voce Criteri Locali e dalla seguente finestra fare  click sulla voce Opzioni di sicurezza :

Nell’elenco di destra ricercare l’opzione Sicurezza di rete: Livello di autenticazione LAN manager e cliccarci sopra due volte (il valore di default che Windows 7 assegna all’opzione è: non definita), dal menù a tendina che compare nella nuova finestra selezionare la voce Invia risposte LM e NTLM, cliccare su applica e poi su Ok. Il problema ora è risolto.

Per chi volesse ulteriori informazioni in merito basta consultare la guida di supporto da sito Microsoft al seguente indirizzo: Supporto Microsoft 823659

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Configurare Windows 7 per accettare la connessione VPN in ingresso

Posted in novembre 4th, 2009
Una rete privata virtuale costituisce un mezzo per connettersi ad una rete privata, ad esempio una rete aziendale, attraverso una rete pubblica, ad esempio Internet. Una rete VPN offre i vantaggi di una connessione remota a un server di connessione remota unitamente alla flessibilità e alla semplicità di utilizzo di una connessione Internet. Utilizzando una connessione Internet è possibile connettersi a risorse ubicate ovunque nel mondo e, nella maggior parte dei casi, effettuare la connessione al proprio ufficio con una telefonata locale al numero telefonico dell’accesso Internet più vicino.
Se si dispone di una connessione Internet ad alta velocità, ad esempio via cavo o DSL (digital subscriber line) al computer e all’ufficio, è possibile comunicare con l’ufficio sfruttando l’elevata velocità di Internet, superiore rispetto a qualsiasi connessione remota effettuata mediante un modem analogico.Le reti VPN consentono di utilizzare collegamenti autenticati per garantire che solo gli utenti autorizzati siano in grado di accedere alla rete e impiegano sistemi crittografici per assicurare che i dati inviati in Internet non possano essere intercettati e utilizzati da altri utenti. In Windows 7 questo livello di protezione viene ottenuto mediante l’utilizzo dei protocolli PPTP (Point-to-Point Tunneling Protocol) o L2TP (Layer Two Tunneling Protocol). Un protocollo di tunneling è una tecnologia che permette di rendere il trasferimento delle informazioni su Internet più sicure da un computer all’altro.
1. Per aprire Connessioni di rete, clicchiamo sul pulsante Start e scegliamo Pannello di controllo. Nella casella di ricerca digitiamo scheda e quindi in Centro connessioni di rete e condivisione e clicchiamo su Modifica Impostazioni Scheda. 2.Nella schermata successiva premiamo ALT+F, quindi Selezioniamo Nuova connessione in ingresso dal menu File. Se il menu File non è visualizzato, premiamo ALT.
3. Ora spuntiamo l’utente desiderato. Si noti che è anche possibile configurare un nuovo account cliccando sulla relativa voce Aggiungi Utente, quindi selezioniamo Avanti per proseguire. 4. Nella finestra di dialogo successiva spuntiamo la voce Tramite Internet e clicchiamo Avanti per proseguire.
5. Selezionare i protocolli che desideriamo attivare per la connessione, quindi proseguiamo cliccando su Consenti accesso. 6. Prendiamo nota del nome del computer, in modo da utilizzarlo dal client per connetterci, proseguiamo cliccando su Chiudi.
7. Per consentire l’accesso del client alle risorse di rete LAN, clicchiamo col tasto destro sulla connessione appena creata e selezioniamo Proprietà. 8. Evidenziamo Protocollo Internet Versione 4 (TCP/IPv4) e clicchiamo su Proprietà. Mettiamo un segno di spunta su Consenti ai chiamanti di accedere alla rete locale, inoltre sarà possibile assegnare automaticamente l’indirizzo IP spuntando la relativa voce, o impostare manualmente i parametri.

CONFIGURAZIONE FIREWALL:

Configuriamo il firewall per consentire l’accesso alla porta TCP 1723 in modo da consentire l’accesso in entrata per la connessione VPN [Point-to-Point Tunneling Protocol (PPTP)]

CONFIGURAZIONE DEL ROUTER:

Attiva PPTP e Generic Route Encapsulation (GRE) sul router. Secondo il tipo di router, è necessario abilitare PPTP o creare una regola alla porta 1723. Se il router ha una impostazione supplementare per PPTP o VPN, assicuratevi che sia abilitata. solitamente è chiamata impostazione “pass-through” (cioè PPTP pass-through o VPN pass-through)

MAGGIORI INFORMAZIONI
SITO UFFICIALE

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Che cosa succede se, in un ambiente di rete casalingo, volessimo esplorare o condividere delle informazioni con gli altri utenti della rete? Ovviamente nulla di diverso dal passato: possiamo creare cartelle condivise, attribuire permessi, condivisioni e quant’altro. Ma con Windows 7, attraverso l’introduzione dell’Home Group, sarà ancora più semplice eseguire questa operazione. La funzionalità di Home Group, permette di creare in pochi semplici click del mouse, una connessione virtuale tra le macchine presenti all’interno di una rete per la condivisione, principalmente, di elementi multimediali. Vediamo come.

N.B. questa funzionalità è disponibile solo tra macchine Windows 7. Per creare o accedere ad un Home Group, la tipologia di rete deve essere configurata come Domestica.

Una macchina sulla rete dovrà occuparsi di creare l’Home Group. Da Pannello di Controllo\Gruppo Home si aprirà la schermata introduttiva.

Windows 7 - Centro Connessioni di rete e Condivisioni

Cliccando su Crea un gruppo home verrà avviata la procedura di creazione che ci permetterà di decidere quali elementi condividere.

Windows 7 - Centro Connessioni di rete e Condivisioni

Viene generata una password che sarà fornita alle macchine che vorranno accedere al gruppo.

Windows 7 - Centro Connessioni di rete e Condivisioni

Alla fine della procedura vedremo comparire il gruppo Home nella Barra di Esplora Risorse e ne vedremo i partecipanti con le risorse che avranno deciso di condividere.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Casa dolce casa, con il gruppo home

Connessione in rete senza problemi con Windows 7

Di Gloria Boyer

Se sei come me, l’ultima cosa che vuoi è trafficare con la configurazione di rete. Preferisco fare del giardinaggio, scattare foto o occuparmi di migliaia di altre cose. Vi ricordate come la configurazione della condivisione di file e stampanti potesse trasformarsi in un incubo con le precedenti versioni di Windows? Bene, resterete senza parole vedendo quanta differenza possa fare un gruppo home. Con Gruppo Home, una nuova funzionalità di Windows 7, la condivisione di file e stampanti in una rete domestica diventa un gioco da ragazzi e pressoché chiunque potrà configurarla in pochi secondi. Davvero!

Un gruppo home mi consente di accedere a file e stampanti presenti sugli altri PC nella mia rete domestica senza alcun problema. Ad esempio, quando lavoro a casa con il portatile, posso agevolmente accedere ai file archiviati nel PC desktop del mio ufficio. Posso anche stampare direttamente sulla stampante del mio ufficio.

Ma i vantaggi che comporta un gruppo home non si limitano a questi. Questa funzionalità consente anche di trasferire file multimediali su dispositivi quali una cornice digitale o un apparecchio TV di ultima generazione. Per ulteriori informazioni su come trasmettere in streaming materiale multimediale sui dispositivi, vedi Introduzione al flusso multimediale.

Pagina Condividi con altri computer di casa che eseguono Windows 7La creazione di un gruppo home non presenta difficoltà: devi semplicemente seguire i passaggi della procedura guidata.

Informazioni introduttive

Prima di iniziare, assicurati di avere una rete domestica poiché, fondamentalmente, un gruppo home è un “overlay” di condivisione di file e stampanti su una rete esistente. Se non disponi di una rete, vedi Partire da qui per configurare una rete. Assicurati inoltre che il percorso di rete corrente sia impostato su “Rete domestica” (puoi controllarlo in Centro connessioni di rete e condivisione) poiché il gruppo home funziona solo su reti impostate su questo percorso di rete. Se devi modificare il percorso di rete, fai clic sull’impostazione corrente e seleziona il percorso desiderato. Evita però di modificare un percorso di rete da pubblica a domestica, perché non è un’operazione sicura.

Centro connessioni di rete e condivisioneApri Centro connessioni di rete e condivisione per trovare il percorso di rete desiderato.

Per fare parte di un gruppo home, i computer deve avere il sistema operativo Windows 7. Con Windows 7 Starter e Windows 7 Home Basic, puoi unirti a un gruppo home, ma non puoi crearne uno.

Creazione e partecipazione a un gruppo home

Per creare un gruppo home, apri Gruppo Home nel Pannello di controllo e seleziona Crea un gruppo home. Accedi a ognuno dei computer della rete, apri Gruppo Home nel Pannello di controllo e fai clic su Partecipa ora. Per ulteriori informazioni su come creare e unirsi a gruppi home, vedi Creare un gruppo home e Partecipare a un gruppo home.

Durante il processo di configurazione o unione a un gruppo home, scegli le raccolte e le stampanti che desideri condividere. Successivamente potrai agevolmente modificare queste impostazioni ed escludere specifici file dalla condivisione o condividerli con alcune persone e non con altre. Per ulteriori informazioni su questo argomento, vedi Impedire la condivisione di file e cartelle specifici con il gruppo home.

Il gruppo home è dotato di una password per consentire la protezione di file e stampanti condivisi. Puoi modificare la password in qualsiasi momento effettuando i passaggi riportati in Modificare una password del gruppo home.

Il gruppo home non è scolpito nella roccia. Puoi modificarne le impostazioni, ad esempio le raccolte che intendi condividere. I passaggi per eseguire questa operazione sono illustrati in Condividere raccolte con il gruppo home e Modificare le impostazioni del gruppo home.

Gruppo Home al lavoro

Ora che hai un gruppo home, cosa puoi fare? Come puoi utilizzarlo?

Oggi, ad esempio, volevo inviare tramite posta elettronica a un’amica una foto delle mie rose. Stavo lavorando sul portatile a casa, ma la foto si trovava sul PC nel mio ufficio. Ho aperto Raccolte, ho fatto clic sul nome del mio PC sotto Gruppo Home nel riquadro a sinistra e poi sulla cartella Immagini. Ho trovato la foto, l’ho copiata e incollata nel messaggio di posta elettronica che stavo scrivendo. È stato semplicissimo.

Finestra RaccolteAccesso a file del gruppo home nelle raccolte

Sicurezza del gruppo home

Un gruppo home è protetto da una password. Puoi utilizzare la password creata al momento dell’impostazione del gruppo home oppure puoi modificarla. Se dovessi dimenticare la password del tuo gruppo home, potrai visualizzarla in qualsiasi PC appartenente al gruppo, effettuando i passaggi illustrati in Dov’è possibile trovare la password del gruppo home?

Le persone che appartengono a una rete domestica non costituiscono automaticamente un gruppo home. Devono innanzitutto disporre di un computer con Windows 7. Quindi devono conoscere la password del gruppo home per potersi unire.

Informazioni utili

Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti utili per ottimizzare l’utilizzo del gruppo home:

  • Quando utilizzi un gruppo home, assicurati sempre che tutti i PC che ne fanno parte siano accesi, in modalità attiva e connessi alla rete. È ovvio che se un PC è spento, non potrai accedervi per condividere i file che contiene.
  • Se modifichi la password del gruppo home, immetti immediatamente la nuova password in tutti i PC. In questo modo, tutti i PC saranno sincronizzati. Troverai altri suggerimenti utili in Gruppo Home: domande frequenti.
  • Se utilizzi un portatile di lavoro da casa, tieni presente che i computer che partecipano a un dominio possono partecipare a un gruppo home e accedere a file e stampanti condivisi da altre persone ma, per motivi di sicurezza, non possono condividere i propri file e le proprie stampanti.
  • Se hai un problema con un gruppo home, utilizza Risoluzione dei problemi di Gruppo Home per risolverlo. In Aprire Risoluzione dei problemi di Gruppo Home è illustrata la procedura relativa. Inoltre, in Guida e supporto tecnico di Windows sono disponibili ulteriori informazioni per risolvere i problemi che puoi riscontrare quando utilizzi un gruppo home. Vedi, ad esempio, Perché non è possibile creare un gruppo home? e Perché non è possibile accedere al gruppo home?

Io e la rete: finalmente amiche

Chi si sarebbe immaginato che creare una rete fosse così facile? Con Gruppo Home, la mia rete ed io siamo finalmente diventate amiche. Ora posso passare meno tempo a cercare di farle fare quello che voglio e più tempo a occuparmi di ciò che amo.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Come collegare due PC

Hai acquistato un nuovo notebook e ti piacerebbe collegarlo al tuo PC fisso per condividere velocemente file e cartelle tra i due computer? Possiedi più di un PC e vorresti creare una piccola rete domestica attraverso cui elaborare dati e stampare documenti senza dover scollegare e riattaccare continuamente il cavo della stampante tra un computer e l’altro? Perfetto, oggi avevo pensato proprio di illustrarti come collegare due PC.

In molti credono si tratti di un’operazione complessa che possono portare a termine solo gli esperti e i tecnici informatici, mentre in realtà bastano pochi minuti di tempo libero, un po’ di buona volontà, e si riesce a creare una rete domestica perfettamente funzionante tra computer di ogni genere (fissi e portatili). Allora, pronto per iniziare a condividere file, cartelle e stampanti fra tutti i tuoi computer? Ecco come si fa.

Esistono diversi modi per collegare due PC, il più semplice ed economico è quello che prevede l’utilizzo di un cavo di rete incrociato tra due computer dotati di scheda di rete ethernet (componente ormai presente su tutti i PC in commercio). I cavi di rete incrociati ethernet li puoi riconoscere facilmente dai colori dei fili che si trovano all’interno degli spinotti.

Se i colori presenti all’interno dei due spinotti che si trovano alle estremità del cavo sono diversi (vedi lo schema sotto), hai a che fare con un cavo di rete incrociato. In caso contrario, probabilmente sei al cospetto di un cavo dritto che serve per collegare più PC ad una rete tramite router o altri switch. I cavi di rete incrociati costano circa 5 euro, io ti consiglio di usarne uno di almeno cinque metri.

Ora che hai ben chiaro il tipo di cavo da utilizzare, vediamo come collegare due PC con sistema operativo Windows (vedremo in dettaglio Windows 7 e Windows XP, ma la procedura è simile per tutte le edizioni del sistema).  Il primo passo che devi compiere è assegnare un indirizzo IP ai tuoi computer, in modo che questi possano essere identificati in maniera univoca e possano comunicare in rete.

Se utilizzi Windows 7, puoi assegnare un indirizzo IP al computer recandoti in Start > Pannello di controllo > Visualizza stato della rete e attività > Modifica impostazioni scheda (nella barra laterale di sinistra), fai click destro sulla voce Connessione alla rete locale (LAN) e seleziona la voce Proprietà dal menu che compare. Se utilizzi Windows XP, recati invece in Start > Pannello di controllo > Rete e connessioni Internet > Connessioni di rete, fai click destro sulla voce Connessione alla rete locale (LAN) e seleziona la voce Proprietà dal menu che compare.

Nella finestra che si apre (questo passaggio è comune per entrambi i sistemi operativi), scorri il menu La connessione utilizza gli elementi seguenti e fai doppio click sulla voce Protocollo Internet versione 4 (TCP/IPv4) per entrare nelle proprietà della rete del computer. Metti quindi il segno di spunta accanto alla voce Utilizza il seguente indirizzo IP e nel campo Indirizzo IP digita l’indirizzo IP che vuoi assegnare al computer. L’indirizzo IP deve essere digitato nel formato 192.168.0.xxx oppure 192.168.1.xxx dove al posto delle xxx va messo un numero a scelta compreso tra 1 e 255, ogni computer deve avere un finale di IP differente per essere identificato nella rete (es. 192.168.1.2 per il primo PC e 192.168.1.3 per il secondo PC).

Il valore Subnet mask viene assegnato in automatico per tutti i PC con il valore 255.255.255.0, mentre nel campo Gateway predefinito devi digitare l’indirizzo del router che utilizzi per collegarti ad Internet (es. 192.168.1.1 oppure 192.168.1.1). I campi Server DNS Predefinito e Server DNS alternativo lasciali vuoti. Al termine della configurazione, clicca prima su Applica e poi su OK per salvare le impostazioni. Nel mio caso, ho configurato tutto come vedi nell’immagine qui sotto.

Adesso devi completare la procedura per collegare due PC dando un nome al computer e assicurandoti che tutti e due i computer facciano parte dello stesso gruppo di lavoro. Il gruppo di lavoro deve chiamarsi allo stesso modo su entrambi i PC, altrimenti la rete non funzionerà. Su Windows 7 per impostazione predefinita si chiama WORKGROUP mentre su Windows XP si chiama MSHOME, quindi se devi instaurare una rete tra due PC con sistemi operativi uguali (es. Windows 7 > Windows 7 o Windows XP > Windows XP) non devi fare niente. Altrimenti, nel caso in cui desideri realizzare una rete tra Windows 7 e XP (o altre versioni di Windows), devi cambiare il nome del gruppo di lavoro su uno dei due computer in modo che usino entrambi lo stesso gruppo di lavoro.

Per assegnare un nome al PC e cambiare il nome del gruppo di lavoro su Windows 7, clicca sul pulsante Start, fai click destro sulla voce Computer e seleziona la voce Proprietà dal menu che compare. Nella finestra che si apre, fai click prima sulla voce Cambia impostazioni (in fondo a destra), poi su Cambia e digita i nomi di computer e gruppo di lavoro che intendi adottare nei campi Nome computer (metti un nome qualsiasi, tipo PC cucina, PC salotto, ecc.) e Gruppo di lavoro (cambialo solo se devi creare una rete tra sistemi operativi diversi). Per salvare le impostazioni, clicca sul pulsante OK per due volte consecutive.

Per assegnare un nome al PC e cambiare il nome del gruppo di lavoro su Windows XP, clicca sul pulsante Start, fai click destro sulla voce Computer e seleziona la voce Proprietà dal menu che compare. Nella finestra che si apre, fai click prima sulla scheda Nome computer, poi su Cambia e digita i nomi di computer e gruppo di lavoro che intendi adottare nei campi Nome computer (metti un nome qualsiasi, tipo PC cucina, PC salotto, ecc.) e Gruppo di lavoro (cambialo solo se devi creare una rete tra sistemi operativi diversi). Per salvare le impostazioni, clicca sul pulsante OK per due volte consecutive.

Ci siamo quasi, ora non ti rimane che abilitare la condivisione delle risorse in rete e avrai finalmente i tuoi due PC collegati. Se utilizzi Windows 7, recati in Start > Pannello di controllo > Rete e Internet > Centro connessioni di rete e condivisione e clicca sulla voce Modifica impostazioni di condivisioni avanzate che si trova nella barra laterale di sinistra. Nella finestra che si apre, espandi la sezione Domestico o lavoro, metti il segno di spunta accanto alle voci Attiva individuazione di rete, Attiva condivisione file e stampanti, Disattiva condivisione protetta da password, Usa account e password utente per la connessione ad altri computer e clicca sul pulsante Salva cambiamenti per salvare le impostazioni. Se ti viene chiesto di disconnetterti dalla sessione di lavoro per completare l’operazione, disconnettiti ed effettua nuovamente l’accesso al sistema.

Se utilizzi Windows XP, apri una cartella qualsiasi per avviare l’Esplora Risorse e clicca sulla voce Opzioni cartella presente nel menu Strumenti. Nella finestra che si apre, clicca sulla scheda Visualizzazione, scorri il menu Impostazioni avanzate e metti il segno di spunta accanto alla voce Utilizza condivisione file semplice. Per salvare le impostazioni, clicca prima su Applica e poi su OK.

Ora, effettua tutti i passaggi appena visti anche sul secondo PC da collegare in rete e ricorda di impostare un indirizzo IP differente rispetto al primo PC. Ad esempio, se al primo computer hai assegnato l’indirizzo 192.168.1.2 al secondo puoi assegnare 192.168.1.3, mentre tutti gli altri valori (compreso il nome del gruppo di lavoro) devono essere uguali a quello del primo computer. Unica eccezione, il nome del computer, che puoi impostare come vuoi (es. PC del salotto, portatile, ecc.).

Completata la configurazione su entrambi i PC, puoi collegare le due macchine tra di loro inserendo gli spinotti del cavo di rete incrociato nelle due porte ethernet dei computer. A questo punto, la rete dovrebbe essere fatta.

Per condividere un file o una cartella in rete su Windows 7, fai click destro sull’elemento da condividere e seleziona la voce Condividi con > Utenti specifici dal menu che compare. Nella finestra che si apre, seleziona Everyone dal menu a tendina e clicca su Condividi per completare l’operazione. Se utilizzi Windows XP, fai click destro sulla cartella da condividere e seleziona la voce Proprietà dal menu che compare. Nella finestra che si apre, clicca sulla scheda Condivisione, metti il segno di spunta accanto alle voci Condividi la cartella in rete e Consenti agli utenti di rete di modificare i file e clicca prima su Applica e poi su OK per salvare i cambiamenti.

Per accedere alle cartelle e ai file condivisi in rete, avvia l’Esplora risorse aprendo una cartella qualsiasi e, se utilizzi Windows 7, clicca prima sulla freccetta che si trova accanto alla voce Rete (in fondo alla barra laterale di sinistra) e poi sul nome del PC in rete di cui desideri visualizzare i file (es. SALVATORE-PC, SALVATORE-PORTATILE).

Se utilizzi Windows XP, fai click destro sul pulsante Start e clicca sulla voce Esplora nel menu che compare. Nella finestra che si apre, utilizza l’icona delle Risorse di rete collocata in fondo alla barra laterale di sinistra per visualizzare i file e le cartelle condivise.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^

Come fare a...
Web
Come fare a…
Home page > ufficio > Windows 7 > Reti in Windows 7

Gestire le reti in Windows 7

Connessioni di rete

Pagine: 1 di 3 AvantiTop
Autore: Francesco Caccavella – Tratto da: Windows 7 Guida all’uso – Edizioni FAG Milano
Acquista il libro online Terminiamo il nostro speciale sulle reti locali con le più importanti opzioni di configurazione e gestione. In Windows 7 tutto è più semplice grazie a un Centro di connessione leggermente modificato rispetto a Windows Vista, certamente più coerente e con funzioni più facili da raggiungere. Da lì si impostano le funzioni delle reti locali, di quelle wireless e le schede di rete installate nel computer.

Il Centro connessioni di rete

Il Centro connessioni di rete e condivisione è il punto di controllo di (quasi) tutto ciò che riguarda le reti. Si apre facendo clic sull’icona che rappresenta la rete nell’area di notifica e poi sul collegamento Apri Centro connessioni di rete e condivisione. Apparirà la finestra rappresentata in figura 1.


Figura 1: il Centro connessioni di rete e condivisione: il punto di controllo delle reti di Windows 7

La finestra, al centro, è suddivisa in tre sezioni: in alto (1) c’è la mappa grafica della rete, il percorso che il computer compie per connettersi a Internet; al centro (2) è raffigurata la rete attiva, sia essa o no collegata a Internet; e in basso (3) sono mostrati i collegamenti alle funzioni più comuni. Altri collegamenti alle opzioni più avanzate sono visualizzati in alto nel pannello di sinistra (4).
La sezione cui prestare maggiore attenzione è quella centrale (la numero 2): qui è mostrata la connessione attiva, la sua posizione (“domestica” nel caso della figura) e lo stato della connessione a Internet. Se invece si fa clic sul collegamento Visualizza mappa completa nella sezione in alto, verrà visualizzata la mappa completa della rete, con i computer e i dispositivi individuati da Windows 7. Lasciando da parte le funzioni già trattate nel corso di questo speciale, nei paragrafi successivi vedremo come gestire le opzioni comuni e avanzate delle reti.


Figura 2: la mappa di rete completa, molto utile nelle reti aziendali

Modificare la posizione della rete

Molte delle impostazioni di rete di un computer sono scelte da Windows 7 in base alla posizione della rete, ossia all’ambiente in cui viene connesso, ed è una delle più fortunate scelte di Microsoft, che permette di configurare con un clic alcune delle più ostiche impostazioni.
Se ci si accorge che si è connessi a una rete pubblica, ma avendo impostato il profilo domestico, cambiare posizione è facile: basta aprire il Centro di connessione, fare clic sul collegamento che identifica la posizione corrente (Rete domestica, Rete aziendale o Rete pubblica) presente nella sezione centrale, e scegliere dalla finestra che appare la nuova posizione.
Per chi vuole qualcosa di più, ci sono le impostazioni avanzate: quelle di condivisione si raggiungono facendo clic sul collegamento Modifica impostazioni di condivisione avanzate e scegliendo, dal lungo elenco, se attivare o no le funzioni descritte in dettaglio nella pagina. Quelle che riguardano più specificamente i programmi si modificano invece dal firewall: si faccia clic sul collegamento Windows Firewall, l’ultimo del pannello di sinistra, e poi, nella nuova finestra visualizzata, sul collegamento Consenti programma o funzionalità con Windows Firewall.

Nota
Il Firewall di Windows 7 lo abbiamo già trattato nel nostro speciale sulla sicurezza nell’articolo intitolato “Il Firewall di Windows 7“.


Figura 3: nella finestra di impostazione del firewall si può decidere quale programma può accedere a Internet e quale no

Gestione delle reti wireless

Quando Windows si connette per la prima volta a una rete wireless protetta e crittografata la salva automaticamente, per impostazione predefinita, in un elenco di reti conosciute. L’elenco si apre dal collegamento Gestisci reti wireless del Centro di connessione e permette di controllare l’ordine di connessione delle reti, le loro configurazioni, il nome e così via.


Figura 4: la finestra Gestisci reti wireless permette di controllare le reti wireless salvate dagli utenti

Se due o più reti wireless sono salvate nell’elenco di quelle conosciute, e sono entrambe disponibili, Windows si collegherà dando priorità alla prima visualizzata in questa finestra. Per aumentare o diminuire la priorità di una rete, si faccia clic sul pulsante Sposta su/Sposta giù nella barra degli strumenti o si trascini con il mouse una rete in una nuova posizione. Se si fa clic con il tasto destro su una delle reti visualizzate, appare un menu che consente di rimuovere una rete dall’elenco (Rimuovi rete), cambiarne il nome (Rinomina), aumentarne o diminuirne la priorità (Sposta su o giù) e visualizzarne le configurazioni avanzate (Proprietà).

Nota
Se una connessione wireless dovesse smettere di funzionare, come primo tentativo di risoluzione del problema si provi a rimuoverla dall’elenco e a cercare di riconnettersi usando l’icona di connessione nell’area di notifica.

Da questa finestra, infine, è anche possibile creare manualmente una connessione wireless nel caso non fosse stata rilevata dallo strumento di connessione automatica, cosa che può avvenire quando la rete è impostata per non trasmettere pubblicamente il suo nome (SSID). La procedura si avvia facendo clic sul pulsante Aggiungi e scegliendo Creare manualmente un profilo di rete.


Figura 5: la connessione manuale di una rete può essere utile quando la rete non viene rilevata automaticamente

Gestione delle connessioni e delle schede

Per gestire tutti gli altri tipi di connessioni che Windows 7 supporta, come le connessioni via scheda di rete o le connessioni di accesso remoto, bisogna visualizzare la finestra Connessioni di rete, una versione corretta e rivista del pannello Connessioni di rete che in Windows XP rappresentava il punto di accesso ai collegamenti a Internet.
La finestra si apre dal solito Centro connessioni di rete, facendo clic sulla voce Modifica impostazioni scheda del pannello di sinistra. Mostra, ordinate per nome, tutte le connessioni configurate nel computer: wireless, remote, Vpn, a banda larga e così via.


Figura 6: Connessioni di rete permette di gestire anche le connessioni via modem tradizionale o via cavo di rete

Nota
Le icone possono essere utilizzate anche per avviare una connessione. È una funzione che risale a Windows XP: in Windows 7 si utilizza il più comodo pannello che si apre quando si fa clic sull’icona delle connessioni nell’area di notifica.

Le azioni che si possono eseguire su ognuna delle connessioni vengono mostrate lungo la barra degli strumenti che appare in alto nella finestra ogni volta che si seleziona una connessione con un clic. A nostro parere è però molto più comodo accedere a queste funzioni facendo clic con il tasto destro del mouse su ogni icona e usando il menu contestuale.
Oltre alle opzioni più comuni (Connetti, Disconnetti Rinomina, Crea collegamento, Elimina), il menu potrebbe presentarne altre specifiche per le connessioni di rete selezionate. Le più importanti sono due:

  • Disabilita: permette di disabilitare una scheda di rete connessa al computer, sia essa cablata o wireless. È una funzione comoda in varie occasioni: quando si vuole interrompere la connessione e non si può, o non si vuole, staccare il cavo di rete o quando, su un computer portatile, si vuole risparmiare l’energia consumata da una scheda. Inoltre, quando una connessione smette di funzionare o presenta problemi, è possibile disabilitare e riabilitare la scheda per provare a risolvere il problema: è un po’ l’equivalente di “spegni e riaccendi”, il classico metodo di soluzione dei problemi fai da te. Quando una scheda è disabilitata, la voce muta in Abilita;
  • Proprietà: quando qualcosa non funziona, è possibile che il motivo risieda in una errata configurazione delle proprietà della connessione o della scheda che vi è associata. La finestra Proprietà mostra tutte le tecnologie associate a una specifica connessione e, dal pulsante Configura, se presente, anche tutte le impostazioni della scheda o dell’hardware che si utilizza per la connessione. Sempre da questa finestra, con un clic sulla scheda Condivisione, è possibile permettere ad altri computer della rete di utilizzare quella connessione per collegarsi a Internet.


Figura 7: il menu contestuale di ogni connessione mostra le azioni che si possono compiere su di essa

Altre voci che potrebbero essere visualizzate nel menu sono:

  • Stato: visualizza una finestra che mostra il tempo trascorso dalla connessione, la velocità con cui ci si è connessi e la quantità di dati scambiati, espressa in byte. Se si fa clic sul pulsante Dettagli viene visualizzato, assieme a molte altre informazioni, anche l’indirizzo IP;
  • Esegui diagnosi: avvia il processo Diagnostica di rete Windows che cerca di risolvere automaticamente problemi di connessione o fornisce suggerimenti per la loro risoluzione;
  • Imposta come connessione predefinita: valido solo per le connessioni remote, stabilisce quale delle connessioni utilizzare in mancanza di un collegamento wireless o con scheda di rete. Quando la connessione è già predefinita, la voce diventa Annulla impostazione connessione predefinita;
  • Connessioni con bridging: un’opzione che unisce due reti diverse, per esempio una cablata o una wireless, e consente ai computer dell’una di comunicare anche con quelli dell’altra. La voce si può cliccare quando sono state selezionate due o più connessioni di rete. Quando il bridge è attivo, la voce diventa Rimuovi dal bridge.

Conclusioni

In quest’ultimo articolo del nostro speciale sulle reti in Windows 7, abbiamo visto come si gestiscono le reti, via cavo, via wireless e come gestire le schede di rete, usando il Centro connessioni di rete.

^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^ììì

Come fare a...
Web
Come fare a…
Home page > ufficio > Windows 7 > Sicurezza in Windows 7

Il firewall di Windows 7

Proteggere le connessioni a internet

Pagine: 1 di 1
Autore: Francesco Caccavella – Tratto da: Windows 7 Guida all’uso – Edizioni FAG Milano
Acquista il libro online Quando il computer è connesso a internet è il momento in cui può essere maggiormente soggetto ad attacchi di vario genere. Per proteggersi da questi rischi, Windows 7 offre Windows Firewall che mette al sicuro le nostre connessioni dai pirati informatici e dai maleware.

Il filtro per le connessioni

Il firewall, anche questo incluso in Windows 7 in via predefinita, è il software che filtra le connessioni a Internet, sia entrata sia in uscita, e le blocca nel caso siano ritenute pericolose.

Nota
Ogni volta che un programma cerca di ricevere connessioni da Internet, il firewall di Windows 7 chiederà all’utente il permesso di aprire una porta di comunicazione. Se si concede il permesso, questo sarà valido anche per le reti di uguale tipologia: se si concede il permesso quando si è connessi a una rete pubblica, il programma potrà ricevere connessioni anche quando ci si connette a una rete pubblica diversa.

Il firewall è uno strumento complesso, ma che può essere configurato facilmente dall’interfaccia messa a disposizione da Windows 7: si faccia clic sul pulsante Start e si scriva la parola “firewall” nella casella di ricerca facendo clic sulla voce Windows Firewall (non sulla voce Windows Firewall con sicurezza avanzata).


Figura 1: l’interfaccia di configurazione di Windows Firewall dalla quale controllare lo stato del programma e gestire le sue impostazioni

Oltre a controllare lo stato di protezione del firewall attraverso i soliti indicatori verdi, gialli o rossi, è possibile aggiungere un programma o una funzione di Windows a quelle consentite o eliminarne una approvata in precedenza. Si faccia clic sulla voce Consenti programma o funzionalità con Windows Firewall del pannello di sinistra: comparirà una finestra con a sinistra i programmi che sono in grado di accettare connessioni da Internet e a destra un elenco di caselle di controllo suddivise in due gruppi: reti pubbliche e reti domestiche/aziendali.


Figura 2: l’interfaccia di configurazione avanzata è molto più ricca di opzioni

I programmi con la casella di controllo spuntata alla sinistra del loro nome sono quelli che hanno il permesso di ricevere connessioni. Se si desidera cambiare le impostazioni predefinite, si deve fare clic sul pulsante Modifica impostazioni in alto nella finestra e selezionare o deselezionare le caselle di controllo relative al programma. Se il programma non appare in elenco, per abilitarlo è possibile cercarlo tra i file del computer facendo clic sul pulsante Consenti un altro programma.

Nota
Gli utenti più esperti potranno configurare filtri e impostazioni avanzate avviando, dopo averla cercata dal menu Start, la ricca e dettagliata interfaccia chiamata Windows Firewall con sicurezza avanzata.

Conclusioni

In questo articolo del nostro speciale sulla sicurezza in Windows 7, abbiamo visto come proteggere le nostre connessioni a internet utilizzando il firewall incluso nel sistema operativo.

Fonti

http://www.digitalelibero.com/articoli/informatica/windows-7-collegare-un-hard-disk-di-rete.html

http://www.chicchedicala.it/2009/11/04/configurare-windows-7-per-accettare-la-connessione-vpn-in-ingresso/

http://download.html.it/guide/lezione/168/home-group/

http://windows.microsoft.com/it-IT/windows7/help/home-sweet-homegroup-networking-the-easy-way

http://aranzulla.tecnologia.virgilio.it/come-collegare-due-pc-17970.html

http://www.comefarea.it/ufficio/windows7/reti/gestionerete/parte3.php

http://www.comefarea.it/ufficio/windows7/sicurezza/firewall/

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...